Lista di attesa

Lista di attesa

LISTA DI PRENOTAZIONE
In merito al quesito su chi possa accedere al servizio, il DPCA 39 del 2012 della Regione Lazio stabilisce come il trattamento riabilitativo è rivolto a persone con disabilità, spesso multipla, con possibili esiti permanenti; è orientato al recupero e alla rieducazione funzionale e/o al mantenimento delle abilità acquisite. La complessità dovuta dalle disabilità richiede la predisposizione di un progetto riabilitativo realizzato da un team riabilitativo multi professionale.
L’accesso alla struttura avviene tramite prescrizione del medico specialista di riferimento per la specifica disabilità, operante in struttura pubblica (ospedaliera e territoriale).Le prenotazioni possono avvenire negli orari di apertura del Centro (dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 20.00 e il sabato dalle 08.00 alle 14.00) presentandosi di persona al Front – Office della struttura. Le richieste di prenotazione possono essere anticipate a mezzo e mail all’indirizzo coop.nemo@gmail.com è doveroso però procedere a consegnare l’originale del titolo autorizzativo entro 7 gg lavorativi pena decadimento della domanda. Il ritiro della ricetta prescrittiva comporta il depennamento dalla lista d’attesa.
In riferimento ai nuovi criteri di inserimento lista d’attesa concordati in una riunione con l’Azienda Sanitaria Locale Rieti, si è convenuto che per rendere equilibrato il turnover di accesso al Centro Semiresidenziale “NEMO” si ritiene funzionale predisporre una doppia lista di attesa così suddivisa:

  • N. 10 ACCESSI PER MINORI
  • N. 4 ACCESSI PER GIOVANI ADULTI

LISTA DI PRENOTAZIONE MINORI

Questo tipo di algoritmo prevede alcune sintetiche regole:

  • Il numero progressivo di protocollo è quello di prenotazione, questo viene a sommarsi al coefficiente di priorità;
  • Il coefficiente dell’età è attribuito per fasce omogenee secondo le seguenti modalità:
    • 3 > Età >5anni ► 1
    • 5 > Età >8anni ► 2
    • 9> Età >14anni ► 3
    • 14> Età >18anni ► 4
  • Il coefficiente di gravità è codificato sulla scorta del codice ICD – 9 e segue questo schema:
    • 299 (dgs) 3439 (pci e disturbi neuromotori), 38910 (ipoacusici mai trattati, impiantati recentemente), 3155 (ritardo psicomotorio e disturbo evolutivo misto) disturbi complessi di due o più diagnosi, 317, 318, 319 (ritardi) ► 1
    • 31581 (dsl), 3154 (disturbo della coordinazione motoria)►2
    • altro►3
  • Il coefficiente per precedenti prese in carico prevede una priorità più alta per tutti coloro abbiano già usufruito in passato del medesimo servizio e dunque viene attribuito:
    • Coefficiente ► 1 pazienti dimesso e trasferito da struttura intensiva
    • Coefficiente ► 2 ai pazienti maipreso in carico in struttura riabilitativa territoriale in qualsiasi regime
    • Coefficiente ► 3 ai pazienti già preso in carico che non ha usufruito di servizi riabilitativi similariresidenziali o semiresidenziali negli ultimi sei mesi;
    • Coefficiente ► 4altro;
  • Ultimo coefficiente è quello dato dalla residenza dell’utente, la struttura proprio per dare maggiore seguito all’utenza di residenza nel territorio della asl di competenza ha stabilito di attribuire:
    • Coefficiente ► 1 ai pazienti residenti nel territorio della provincia di Rieti;
    • Coefficiente ► 2 ai pazienti residenti nel territorio della Regione Lazio;
    • Coefficiente ► 4 ai pazienti residenti extra regione.

LISTA DI PRENOTAZIONE GIOVANI ADULTI

Questo tipo di algoritmo prevede alcune sintetiche regole:

  • Il numero progressivo di protocollo è quello di prenotazione, questo viene a sommarsi al coefficiente di priorità;
  • Il coefficiente dell’età è attribuito per fasce omogenee secondo le seguenti modalità:
    • 18>< 30 ► 1
    • 30> ► 2
  • Il coefficiente di gravità è codificato sulla scorta del codice ICD – 9 e segue questo schema:
    • 299 (dgs) 3439 (pci e disturbi neuromotori), 38910 (ipoacusici mai trattati, impiantati recentemente), 3155 (ritardo psicomotorio e disturbo evolutivo misto) disturbi complessi di due o più diagnosi, 317, 318, 319 (ritardi) ► 1
    • 31581 (dsl), 3154 (disturbo della coordinazione motoria)►2
    • altro►3
  • Il coefficiente per precedenti prese in carico prevede una priorità più alta per tutti coloro abbiano già usufruito in passato del medesimo servizio e dunque viene attribuito:
    • Coefficiente ► 1 pazienti dimesso e trasferito da struttura intensiva
    • Coefficiente ► 2 ai pazienti maipreso in carico in struttura riabilitativa territoriale in qualsiasi regime
    • Coefficiente ► 3 ai pazienti già preso in carico che non ha usufruito di servizi riabilitativi similariresidenziali o semiresidenziali negli ultimi sei mesi;
    • Coefficiente ► 4altro;
  • Ultimo coefficiente è quello dato dalla residenza dell’utente, la struttura proprio per dare maggiore seguito all’utenza di residenza nel territorio della asl di competenza ha stabilito di attribuire:
    • Coefficiente ► 1 ai pazienti residenti nel territorio della provincia di Rieti;
    • Coefficiente ► 2 ai pazienti residenti nel territorio della Regione Lazio;
    • Coefficiente ► 4 ai pazienti residenti extra regione.

Sotto il profilo della residenza, e questo vale per tutte le tipologie di utenti, c’è da specificare come qualora l’intera offerta della struttura non venisse assorbita dalla Regione Lazio attraverso un contratto di budget adeguato a saturare l’intero monte dei trattamenti accreditati, il soggetto extraregione con onere a carico della sua regione di provenienza verrebbe a confluire in un’autonoma lista d’attesa con diversa priorità rispetto a quella data dagli utenti della Regione Lazio.

Criteri lista di attesa

Per quanto attiene i tempi di attesa previsti per l’inserimento nel Centro Semiresidenziale non è possibile specificare con precisa indicazione.
La complessità clinica dell’utente determina la posizione nella lista d’attesa alla quale concorrono più elementi, come da specifiche sopra riportate, e l’accesso è subordinato ad eventuali dimissioni, di utenti in carico al centro, stabilite con le sovrastrutture A.S.L.

Utenza In lista al 04.06.2021 Tempo attesa previsto per ingresso Tempo attesa medio effettivo per ingresso
Minori 6 Mesi 3 Mesi 12
Giovani adulti 2 Settimane 6 Settimane 8